Chat with us, powered by LiveChat

Traduzione assistita da computer

La traduzione assistita da computer (CAT) include nel software una fase di editing manuale, rendendo la traduzione un processo interattivo tra i linguisti umani e i loro computer. Traduzione assistita da computer è un termine ampio e impreciso che copre una serie di strumenti, dal più semplice al più complesso. Questi possono includere: verifiche ortografiche, verifiche grammaticali, gestori della terminologia, dizionari elettronici, database terminologici, memorie di traduzione, strumenti di preservazione della formattazione, tra gli altri.

Strumenti CAT e memorie di traduzione

Uno strumento CAT salva le unità di traduzione (TU) in una memoria di traduzione (TM). La traduzione di ogni segmento viene salvata insieme al testo di partenza. Uno strumento CAT o CAT tool mostra al linguista i segmenti in modo comodo per facilitare il processo di traduzione rendendolo più facile e veloce.

Le memorie di traduzione, in poche parole, sono un file di un database o un insieme di file. Per essere usate, hanno bisogno di un’interfaccia software. Questo software è comunemente indicato nel settore come uno strumento CAT (Computer-assisted Translation Tool) e può essere un software autonomo o un’applicazione basata sul web. Gli strumenti CAT non devono essere confusi con i motori di traduzione automatica generici.

Gli strumenti CAT consentono ai traduttori umani di sfruttare efficacemente le precedenti traduzioni di qualità già approvate in un ambiente che consente un accesso facile e veloce alle memorie di traduzione. Gli strumenti CAT forniscono anche un mezzo per costruire memorie nuove su memorie di traduzione passate o creare nuove memorie attraverso correzioni o la traduzione di nuovi segmenti. Trusted Translations utilizza gli strumenti CAT e le memorie di traduzione per migliorare la qualità e ridurre i costi.

Strumenti CAT e ripetizioni

Ci sono diversi termini chiave utilizzati in relazione alle memorie di traduzione. Alcuni dei termini più comuni includono: corrispondenza completa (Full Match), ripetizioni (Repetition), vaga corrispondenza (Fuzzy Match) e nessuna corrispondenza (No Match). Quando un traduttore applica la memoria di traduzione a nuovi contenuti, ci sono diversi possibili risultati. Un risultato possibile è il “No Match”, che significa semplicemente che non ci sono segmenti corrispondenti nella memoria. Questa frase deve essere tradotta da zero da un traduttore umano esperto. Un altro risultato è una “Full Match” (cioè una corrispondenza al “100%”) che significa prevedibilmente che c’è una frase (o segmento) nel nuovo testo che è identica a una frase già tradotta e memorizzata nella memoria di traduzione. In questo caso, il traduttore deve verificare che il segmento sia usato correttamente nel contesto della nuova traduzione, e semplicemente approvare nel caso in cui sia corretto. Infine, è possibile incontrare quella che viene chiamata “Fuzzy match”, ovvero quando una frase o un segmento del nuovo contenuto è simile, ma non identico, a un segmento memorizzato nella memoria di traduzione. Il traduttore umano, in tutti i casi deve rivedere i risultati per verificare che siano corretti o modificarli per tradurre accuratamente la frase.

Memorie di traduzione e di terminologia

È importante capire la differenza tra una memoria di traduzione e uno strumento terminologico. Le memorie di traduzione sono costituite da segmenti o unità di traduzione. I segmenti sono normalmente dei pezzi (o stringhe) di parole che possono far parte di una frase o essere una frase intera. Uno strumento terminologico, tuttavia, prevede l’utilizzo di un database di meno parole per nomi, verbi, aggettivi, avverbi o anche espressioni idiomatiche più lunghe che dovrebbero essere tradotte in un certo modo a seconda del contesto.

Per esempio, “il gatto è marrone” sarà probabilmente raccolto come segmento che una volta tradotto diventa parte della memoria di traduzione. Contemporaneamente, è anche possibile utilizzare uno strumento terminologico che identificherà “gatto” come termine di riferimento da tradurre in un certo modo in un dato contenuto. Gli strumenti terminologici contribuiscono principalmente a migliorare la qualità e la coerenza e non vengono utilizzati per ridurre i costi. Inoltre, possono accelerare il processo di traduzione fornendo un rapido riferimento a un insieme di termini pre-tradotti che normalmente richiederebbero una ricerca. Pur essendo un numero variabile di strumenti di traduzione, spesso vengono utilizzati insieme per migliorare la qualità complessiva di un progetto di traduzione medio-grande.